Home » Eventi » Nuovo Conto Termico 2.0 | Seminario gratuito sugli incentivi rinnovabili

Nuovo Conto Termico 2.0 | Seminario gratuito sugli incentivi rinnovabili

 Il giorno 16 giugno alle ore 15,00 presso il Centro Sociale "SAMANTHA DELLA PORTA",  La CLAAI, in collaborazione con Anea, agenzia napoletana Energia e Ambiente, organizza un seminario  gratuito su : il nuovo Conto Energia Termico 2.0

 Il  DM 16 febbraio 2016 introduce il nuovo Conto Energia Termicoche sostituisce i precedenti incentivi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili, con agevolazioni nuove e più generose nonché procedure più semplici.
 
Il Programma del corso: 

Nuovo Conto Termico 2.0 | Gli incentivi

La misura mette a disposizione 900 milioni di euro all’anno, 700 per privati e imprese e 200 per le amministrazioni pubbliche.
Sono previsti nuovi incentivi per: 
  • la trasformazione in “edifici a energia quasi zero”;
  • la sostituzione dei sistemi per l’illuminazione con dispositivi efficienti;
  • gli interventi su edifici di grandi dimensioni, con taglia massima degli impianti di 2 MW per i sistemi a pompa di calore e 2500 mq per impianti solari termici;
  • l’installazione di sistemi domotici (building automation) per il risparmio e l’efficienza energetica 
L’incentivo, che nella maggior parte dei casi va a coprire il 40% dell’investimento, sale al 50% per gli interventi di isolamento termico nelle zone climatiche E/F, e se l’isolamento è accompagnato dall’installazione di un nuovo impianto di climatizzazione invernale sale al 55% per entrambi gli interventi; è invece pari al 65% in caso di trasformazione in “edificio a energia quasi zero” e di sostituzione dei sistemi di illuminazione con dispositivi efficienti;  mentre le spese per le diagnosi energetiche e la redazione dell’Attestato di Prestazione Energetica (APE) sono incentivabili al 100% per le PA e al 50% per i privati. Nel caso in cui l’ammontare totale dell’incentivo non sia superiore a 5.000 euro, questo sarà corrisposto in un’unica rata, sia per i privati che per le PA e in generale i termini per l’erogazione dell’incentivo dalla conclusione della procedura passano da 180 giorni a 90 giorni e  l’incentivo in nessun caso può superare il 65% della spesa sostenuta.
 

Nuovo Conto Termico 2.0 | Incentivi per  la Pubblica Amministrazione

Restano incentivabili solo per le PA gli interventi di:
  • l’isolamento termico di superfici opache delimitanti il volume climatizzato;
  • la sostituzione di chiusure trasparenti comprensive di infissi delimitanti il volume climatizzato;
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con caldaie a condensazione;
  • l’ installazione di sistemi di schermatura e/o ombreggiamento di chiusure trasparenti con esposizione di Est-sud-est a Ovest, fissi o mobili non trasportabili.
 

Nuovo Conto Termico 2.0 | Incentivi Privati

E per i privati:
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, anche combinati per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti o di riscaldamento delle serre e dei fabbricati rurali con impianti dotati di generatore di calore alimentato dabiomassa;
  • l’installazione di impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e/o ad integrazione dell’impianto di climatizzazione invernale, anche abbinati a sistemi di solar cooling, per la produzione di energia termica per processi produttivi o immissione in reti di teleriscaldamento o teleraffrescamento;
  • la sostituzione di scaldacqua elettrici con scaldacqua a pompa di calore;
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con sistemi ibridi a pompa di calore.
 

Nuovo Conto Termico 2.0 | Semplificazioni

Infine il DM 16 febbraio 2016 introduce una serie di semplificazioni quali
  • l’eliminazione dell’iscrizione ai registri per gli impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore, elettriche o a gas, e caldaie a biomassa con potenza termica superiore a 500 kW;
  • la predisposizione da parte del GSE di una modulistica predeterminata e semplificata per la presentazione della domanda;
  • la presenza di una lista di prodotti idonei con potenza termica fino a 35 kW e 50 m2 per i collettori solari per i quali, successivamente al loro acquisto, sarà possibile usufruire di una procedura semiautomatica e semplificata per la compilazione della scheda domanda, in cui non è necessario indicare i dati relativi alla descrizione dell’apparecchio;
  • saranno ammesse modalità di pagamento online e tramite carta di credito per attestare le spese sostenute (il DM 28 dicembre 2012 prevedeva che le spese siano certificate con fattura o bonifico bancario o postale.
 
Il seminario è rivolto ai titolari di aziende. La prenotazione è obbligatoria e va effettuata a  mezzo email info@claaiav.it.